Di Lucia Toscani e Silvia Blaszczyk
per il Consiglio dell’Ordine e il Comitato di Redazione

“La vita è breve, l’arte vasta, l’occasione rapida, l’esperienza fallace, il giudizio arduo. Occorre non solo essere disposti a fare quanto occorre, ma che lo siano anche l’ammalato, gli assistenti e le circostanze esterne”
Ippocrate, 460 a.C.

Cari colleghi/e,
vorremmo condividere con voi questa breve riflessione per parlare di Toscana Medica on-line dopo l’uscita dei primi numeri in versione digitale.
Il momento storico impone grandi cambiamenti.
Dal 2020 la pandemia ha cambiato le nostre vite sia come cittadini che come medici. Siamo stati chiamati a esercitare la nostra professione come forse mai prima, affrontando una malattia sconosciuta, all’inizio senza presidi di sicurezza e inventando modalità organizzative impensabili pochi giorni prima del suo inizio.
Nessuno si è tirato indietro, tutti hanno dato una mano, si sono reinventati e, grazie a una non scontata capacità di autoorganizzazione, abbiamo dimostrato che il giuramento di Ippocrate non sono parole al vento ma un vincolo morale ed etico verso la cura delle persone a costo anche della nostra vita, come tanti colleghi morti durante i mesi del COVID hanno testimoniato: ora siamo noi la loro voce…