Di Esther Diana
Architetto, storico della sanità

In questa mia carrellata finalizzata a scoprire quanto il presente – in termini di prevenzione della salute pubblica – abbia ripercorso, o meno, metodologie e prassi del passato (ferme restanti le dovute differenziazioni scientifico- culturali), non poteva mancare un riferimento al rapporto tra criticità epidemica e struttura ospedaliera.
Abbiamo ancora ben presenti gli ospedali improvvisati sorti in tutto il mondo in palestre, teatri, campi sportivi e altro così da essere funzionali “dall’oggi al domani”. Ebbene, anche in questo settore vale il detto “nulla di nuovo sotto il sole” e, ancora una volta, l’ospedale Santa Maria Nuova – per l’ambito toscano – emerge a punto di riferimento…