DI Esther Diana

Architetto, storico della sanità

Sono certa che questo titolo vi incuriosirà tanto vi parrà “strampalato”!
In effetti lo è, ma non per contenuto.
Ora che “forse” – ma proprio forse – stiamo recuperando la nostra quotidianità, possiamo allargare i termini con i quali ci siamo confrontati in questi ultimi mesi: ovvero possiamo pensare a sostituire l’emergenza epidemica da COVID-19 con una criticità che ha tutto il sapore di rivelarsi endemica.