DI ARCANGELA LOREDANA CILIBRIZZI1, ELIDE CERAGIOLI2
1 Neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta, master quadriennale in Psicoterapia Cognitivo-Evoluzionista, master in Terapia Cognitivo-Comportamentale per l’Età Evolutiva, Servizio di Salute Mentale Infanzia e Adolescenza dell’Azienda Usl Toscana Centro – percorso dedicato allo Scompenso Psichico in Adolescenza; 2 Neuropsichiatra infantile e attuale direttrice dell’Unità Funzionale Firenze Nord-Ovest

L’adolescenza è crocevia dello sviluppo caratterizzato da importanti cambiamenti cerebrali. Nella seconda parte di questa pandemia, i servizi per l’infanzia hanno registrato un aumento dei casi di disagio adolescenziale. I territori di periferia pullulano di adolescenti. Proponiamo una fotografia del lavoro svolto dagli ambulatori dedicati allo scompenso psichico adolescenziale nell’area fiorentina Nord-Ovest

Come Daniel Siegel ci ricorda, l’adolescenza, oltre a essere una fase di grande instabilità, è anche e soprattutto un periodo di grandi opportunità. È soprattutto durante l’adolescenza che nascono le strategie nuove, quelle che ci permettono di evolvere come specie, perché ottimizzano la risposta alle darwiniane mutatis mutandis
condizioni ambientali…