di Piero Paolini
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Firenze. Specializzazione in Anestesia e Rianimazione presso l’Università degli Studi di Firenze. Direttore Struttura Complessa Centrale Operativa 118 Pistoia-Empoli. Direttore CROSS Pistoia. Direttore Area Emergenza Territoriale 118 Azienda USL Toscana Centro. Coordinatore del Coordinamento Regionale delle Centrali Operative 118 della Regione. Referente Sanitario per le Emergenze della Regione Toscana

Da oltre due anni, per varie ragioni, stiamo vivendo in un contesto emergenziale che non ha visto, praticamente, soluzioni di continuità. Tutto ciò ha comportato un impegno costante e straordinario della CROSS (Centrale Operativa Remota Operazioni Soccorso Sanitario) di cui alla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri, Gazzetta Ufficiale n. 194 del 20/08/2016 e che opera per conto del Dipartimento di Protezione Civile per coordinare i soccorsi sanitari. Siamo passati dalla Pandemia da COVID-19 all’emergenza derivata dalla guerra in Ucraina alle operazioni di MEDEVAC dalla Libia, in contesti emergenziali totalmente diversi e mai esplorati prima di ora. Con le operazioni di Medevac legate al COVID pensavamo di aver concluso una fase difficile e sconosciuta difficilmente ripetibile, purtroppo la dura realtà legata alla guerra in Ucraina e lo scoppio di un camion cisterna nel sud della Libia hanno coinvolto la Centrale con i suoi professionisti in contesti difficilissimi e in scenari di guerra al di fuori dei confini nazionali…